Come ben saprete, lo scorso lunedì Microsoft, ha presentato la sua nuova console xBox one, parlando delle sue caratteristiche e dei suoi servizi e mostrando alcuni dei giochi sviluppati per la nuova ammiraglia della casa di Redmond. Dopo la conferenza però, le azioni della società sono drasticamente calate ( sono invece aumentate quelle di Sony ) e molti giocatori hanno gridato allo scandalo. Non per i giochi presentati, che nonostante qualche eccezione non sono stati una grande sorpresa. Nemmeno per l’hardware, che pare sia leggermente meno potente di PS4, ma comunque performante come un pc di fascia alta. “Lo scandalo” è stato causato dall’enfasi che è stata posta sui servizi che teoricamente, su una console per videogames, avrebbero un ruolo minore rispetto ai giochi, come la visione della tv dalla console, la possibilità di comprare film e la navigazione in internet, oltre ai vari servizi come Skype. Microsoft ha infatti passato quasi la maggior parte della conferenza a parlare di questo, è le parole “TV” e “Televison” sono state ripetute decine di volte. Perché? Vediamo dunque di dare una risposta a questa domanda e capire quali sono gli obbiettivi della società.

Ecco a voi xBox one, con il nuovo Pad e il nuovo Kinect, molto più tecnologici potenti di prima.

Con xBox one, Microsoft vuole portare più forme di intrattenimento digitale possibile su una sola console. Il motivo è semplice: offrendo una gamma di servizi più ampi e possibile conquistare una fascia più vasta di pubblico. In questo caso però, Microsoft potrebbe pagare questa scelta. Trattandosi di una console, i giocatori potrebbero pensare che la società curi troppo poco le uscite di videogiochi, per concentrarsi quasi esclusivamente sugli altri servizi e potrebbero essere poco invogliati a comprarla. Coloro che sono interessati agli altri servizi invece, difficilmente comprerebbero una console per videogiochi. Sarebbe molto più semplice acquistare un computer o un abbonamento televisivo come Sky. Naturalmente, è probabile che il pubblico americano apprezzi la scelta di Microsoft, visto che statisticamente, la popolazione del nuovo continente guarda molta più televisione di noi, ma naturalmente, per avere successo, la console deve ottenere buone vendite anche in Europa.

Riguardo a questo gli esperti hanno opinioni diverse.  Vi proponiamo perciò le opinioni di David Cole e Michael Pachter.

“Microsoft sta cercando di dare agli utenti qualcosa di cui non hanno bisogno. Può anche essere comodo avere una console che ti permette di vedere dei video e la TV, ma ci sono già tantissimi altri apparecchi per quello. Se i consumatori dovranno spendere i loro soldi, lo faranno per giocare e visto che i giochi non saranno retrocompatibili, Xbox One dovrà ricominciare da zero. Anche se il brand Xbox ha sempre avuto un buon feedback nel core gaming non vuol dire che andrà sempre bene. Sony ha imparato la lezione con il passaggio da PS2 a PS3. Sicuramente negli Stati Uniti la nuova console di Microsoft avrà un buon vantaggio, ma devono stare attenti a non fare errori, dopotutto basta guardare al disastroso lancio dell’ultima console Nintendo.

nintendo-vendite_t

Le vendite di Wii U. Il lancio della console è stato definito da Cole “disastroso”.

Questa è l’opinione di Cole, che forse ora è la più appoggiata.

Ecco invece quella di Pachter:

Non penso che Xbox One sarà un fiasco. A meno che non costi mille sacchi, sono davvero poche le possibilità che il prodotto non venda.Senza dubbio si tratta di un sistema dedicato all’intrattenimento in generale. Ci hanno fatto vedere pochi giochi, ma 15 esclusive e 8 nuove IP non sono certo male. Hanno fatto l’esatto contrario di Sony, mentre la compagnia giapponese si è concentrata esclusivamente sui giochi, Microsoft ha provato a coinvolgere anche la massa non necessariamente legata solo al gaming e penso che questa sia una buona strategia.”

Michael-Pachter

Michael Pachter.

Bisogna inoltre tenere conto dei costi di sviluppo per le nuove console. Il dettaglio grafico di alcuni giochi mostrati durante la conferenza è incredibile, ma per essere realizzato, soprattutto in tempi brevi, ha bisogno di molti sviluppatori e più budget. E’ forse un caso che EA voglia utilizzare il suo motore grafico di ultima generazione solo per le nuove due console e non per i PC.

Adesso, in ogni caso, è difficile dire se la console venderà o meno, dal momento che tutto dipende da quanto il pubblico gradirà tutti questi nuovi servizi.

Speciale a cura di Daniele Ianniello.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...