Reportage: La nostra Esperienza all’evento Art (R)evolution

Pubblicato: 30 settembre 2012 in Reportage videoludici
Tag:, , , , , , , ,

La celebre saga di Assassin’s Creed, si mostra al Museo della Scienza e della Tecnica “Leonardo Da Vinci”, una delle tappe dell’evento “Art (R)evolution”.

Recentemente, potreste aver sentito parlare dell’evento a tappe “Art (R)evolution”, che da Giugno ormai, presenta nelle più famose piazze Italiane ( Milano, Roma, Firenze e Venezia ), una serie di eventi legati alla famosissima saga degli assassini di Ubisoft, che variano da conferenze stampa a contest artistici, per arrivare addirittura ad una mostra temporanea!Proprio di quest’ultima, voglio parlarvi in maniera approfondita, dal momento che l’ho visitata oggi e ne sono rimasto piacevolmente impressionato.

as1

DOVE, COME E QUANDO 

La mostra è esposta nel Museo della Scienza e della Tecnica “Leonardo Da Vinci” di Milano ed è possibile visitarla dal 20 settembre, fino al 15 Novembre.  Il tutto è organizzato da Debora Ferrari e Luca Traini di “Games Art Gallery” per conto di Ubisoft.

as2

LA MOSTRA.

Dopo questa piccola introduzione, parliamo di ciò che l’esposizione offre. Chiunque dovesse decidere di visitarla, potrà ammirare decine di quadri, principalmente su tela, raffiguranti situazioni o personaggi famosi della saga di Assassin’s Creed, come la fuga dai laboratori dell’Abstergo o l’assassino Ezio Auditore, realizzati dagli artisti di Ubisoft. Queste opere raffigurano naturalmente anche personaggi secondari e il vastissimo mondo di gioco. Sono tutte molto belle e meritano assolutamente di essere viste. Ad ogni opera è affiancato il nome dell’artista e ciò che rappresenta. Si possono trovare inoltre diverse pagine di contenuti informativi sulla saga, assolutamente complete e ricche di dettagli.Ai tanti quadri sono poi affiancati tre televisori, due dei quali trasmettono a ripetizione i trailer dei vari capitoli della saga, ma anche i diari degli sviluppatori, molto interessanti. L’ultimo è invece adibito al gioco: si potranno infatti giocare ad alcuni capitoli della saga su un televisore full HD collegato ad un potentissimo computer della MF Labs, una ditta che produce computer su misura in base allo scopo del loro utilizzo. Tanto per farvi immaginare la potenza grafica della “macchina” che abbiamo avuto modo di provare, sappiate che abbiamo potuto sfruttare al 100% le caratteristiche grafiche della versione PC di “Revelations”!!Potrete pensare che giocare non centri niente con il resto della mostra, ma guardare le meravigliose location di gioco con una tale qualità grafica ha qualcosa di magico! Peccato che non ci fosse anche una demo hands-on di Assassin’s Creed 3, ma Ubisoft non è stata disposta a fornirne una.Infine, ma non meno importante, due delle macchine costruite da Leonardo da vinci per aiutare gli assassini proposte sotto forma di modelli in scala uno a uno: il cannone a otto canne e la macchina volante ( no, non funzionano ma sono bellissime da ammirare ).

as3

CONCLUSIONE

Durante la mia visita ho portato con me anche un amico e la sua opinione è esattamente come la mia: la mostra è ben organizzata e molto curata, con tanto da guardare e anche qualcosa da provare, ma soprattutto, evidenzia la bellezza visiva di una delle saghe di Videogiochi dal concept artistico più alto.  L’unico punto a sfavore è la mancanza di una sezione dedicata anche alla musiche del gioco, dal momento che l’arte e anche uditiva, ma non posso lamentarmi. Se dovessi dare un voto a questa esposizione assegnerei comunque un 9 bello pieno. In parole povere la mostra è assolutamente degna di essere visitata. Allora assassini, che aspettate?? Fatevi avanti!!

 

A cura di Daniele Ianniello.

commenti
  1. Riccardo Hofmann scrive:

    Grazie! La nostra passione nel concepirla e nel realizzarla è stata tanta. Penso che possa essere l’inizio di un percorso nel quale il video gioco, così come sono stati la fotografia ed il cinema possa essere considerato un medium per e con espressioni artistiche e culturali (non sempre ovviamente) e che si maturi la consapevolezza che Arte e Tecnolgia e Ricerca hanno moltissimo in cumune. Riccardo Hofmann, Concept con Debora Ferrari e Luca Traini e Relazioni esterne del Progetto AC ART (R) EVOLUTION. Grazie ancora.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...